E quindi… I SWIM SMA

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on skype

Vi presento I SWIM SMA. E’ un progetto di Sonia Bonari, docente di Scienze Motorie e Sportive di Grosseto, portato avanti dall’associazione SMAile Onlus e supportato da Apnea Academy. Lo scopo di questo progetto è  portare in acqua i bambini affetti da SMA (Atrofia Muscolare Spinale) di tipo II e III, per offrire loro qualche momento di benessere e di divertimento. Ma allo stesso tempo, tramite lavori specifici sulla respirazione e sull’assetto, portare benefici in termini di resistenza fisica e di respirazione.

Ho trascorso un week-end con Sonia Bonari, Andrea Fabac (presidente SMAile Onlus) e Luigi Costa (operatore ISS ) durante il corso per diventare operatore I SWIM SMA, che si è svolto il 6 e 7 Maggio a Pavia.

E’ stata un’esperienza incredibile, toccante e stimolante. Entrare in acqua con loro, farli lavorare attraverso il gioco è qualcosa di speciale, incredibile.

Movimenti che per loro in superficie sarebbero preclusi o molto difficili da sostenere, in acqua, senza gli effetti della forza di gravità, diventano più facili. L’acqua è un elemento incredibile e ogni volta che ci immergiamo in noi accadono fenomeni straordinari (il riflesso di immersione, l’emo-compensazione) e noi apneisti lo conosciamo bene. Ma in questo caso ho potuto constatare come  i suoi effetti siano notevolmente accentuati rimanendo colpito dai benefici che può dare a questi piccoli apneisti. E poi sono bambini e il divertimento è assicurato.

Potrebbe sembrare strano o per alcuni versi folle il solo pensare di portare sott’acqua  questi bimbi e di praticare dei lavori in apnea. Ma non potete immaginare di come in realtà loro si divertano e sopratutto come riescano ad adattarsi al nostro mondo subacqueo.

Ogni volta che riemergevano per respirare, la prima cosa che si poteva osservare sui loro volti non era un senso di panico ma solo dei gran sorrisi. Nei loro occhi potevi vedere uno sguardo soddisfatto e vittorioso. Sono piccoli ma sotto sotto, sono dei grandi eroi.

[chr-youtube-gallery order=”DESC” orderby=”date” posts=”6″ category=”iswimsma”]

Mi piace e voglio pensare, che l’apnea sia anche questo: uno sport, una porta per entrare in contatto con il mare e con noi stessi, ma anche un possibile strumento per poter superare alcuni limiti indotti da malattie come questa e portare benessere e divertimento.

Si avvicina il momento di consegnare la dichiarazione dei redditi. Potrebbe essere l’occasione per dare il vostro sostegno anche non in acqua. Se non avete già un idea a chi donare il vostro 5×1000 e se avete voglia potete donarlo a loro.

ISwimSMA_5x1000

Se invece siete interessati ad entrare in acqua anche voi con questi bambini e dare una mano anche voi, sul sito I SWIM SMA e SMAile Onlus potete trovare tutte le informazioni necessarie.

….e quindi… I SWIM SMA.

Ci si vede presto in acqua.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *