Praticare Jala Neti

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on skype
In questo post parliamo di Jala Neti, una tecnica molto semplice che ci permette di effettuare la pulizia delle narici e delle tube in vista dei nostri tuffi in mare...
In questo post parliamo di Jala Neti, o anche doccia nasale, un’antica tecnica yoga che permette la pulizia di narici e seni da muco, catarro e altre sostanze che potrebbero limitare la nostra respirazione.
Per noi apneisiti, se vogliamo svolgere al meglio qualsiasi esercizio di pranayama o semplicemente per prenderci cura di noi stessi, questa è una tecnica che possiamo imparare molto facilmente. Non richiede molto tempo e una pratica giornaliera porta ad evidenti benefici.

Che cosa ci serve

Per praticare la doccia nasale servono pochi elementi e facilmente recuperabili, vediamo cosa ci serve:
  • una lota (teiera)
  • acqua salata o soluzione fisiologica
La lota può essere facilmente acquistata in un qualsiasi negozio di prodotti per lo yoga. Abbiamo l’imbarazzo della scelta, partiamo dalla versione molto semplice in plastica (pochi euro) fino ad arrivare a lote in terracotta laccata e colorata molto suggestive e caratteristiche.  A voi la scelta.
Lota in terracotta
chin-mudra-lota-traditionnel-satguru
Lota in plastica
Preparare la soluzione per irrorare le narici è molto semplice e veloce, servono solamente acqua e sale nelle seguenti misure: 9g di sale per un litro di acqua.IMG_0442
Si può usare l’acqua del rubinetto, ma se dovesse risultare troppo dura, sarà sufficiente bollirla. Oppure potete acquistare una cassa di acqua naturale (non frizzante ? ) a basso residuo fisso. Se la bottiglia è da un 1 litro e mezzo, allora dovrete versare 13g di sale.
La temperatura dell’acqua con cui fare la doccia nasale è a propria discrezione. Gli yogi usano sia acqua calda che acqua fredda ed entrambi i metodi presentano diversi vantaggi. L’acqua calda scioglie in modo più efficace il muco che aderisce alle narici, mentre l’acqua fredda tonifica e indurisce il tessuto nasale.
Se non avete tempo (bastano veramente pochissimi minuti) e non siete fiduciosi di poter misurare con precisione la quantità di sale (un acqua troppo salata potrebbe arrecare fastidio) potete optare per la soluzione fisiologica che si trova in vendita in una qualsiasi farmacia.

Come praticare lo Jala Neti

Una volta preparata la soluzione, disponetevi sul lavandino oppure mettete una bacinella sotto il vostro capo. Riempite la lota e introducete il becco della lota in una delle due narici. Partiamo da quella sinistra, chiudete bene la narice di sinistra con il becco della lota, inclinate la testa a destra e lasciate che l’acqua entri nella narice. Dopo pochissimo l’acqua uscirà dalla narice opposta trasportando tutte le impurita e muco. Durante tutta l’operazione la bocca deve rimanere aperta, che si respiri o meno. Quando avete fatto passare circa metà del contenuto della lota, potete passare alla narice successiva.
jala_neti_kriya
Come praticare la doccia nasale

Asciugare le narici

Terminata la pratica della pulizia delle narici, è fondamentale procedere con l’essiccazione (asciugatura) delle stesse . Basta un fazzoletto in cui soffiare alternativamente una narice e l’altra. Iniziamo con l’asciugare la narice sinistra, chiudiamo quindi la narice destra e iniziamo ad espirare forzatamente dalla narice sinistra fino a quando non risulta completamente asciutta. Una volta terminato, procediamo con l’altra narice. Fatto!

Precauzioni

Praticare la doccia nasale non ha particolari controindicazioni
  • In caso di blocchi nasali non sforzare, potrebbero liberarsi dopo diversi tentativi
  • Eventuali bruciori possono essere indotti da temperatura dell’acqua troppo alta o di una salinità eccessiva
  • Non effettuare Jala Neti in caso di infiammazioni gravi o lesioni nasali
  • Non effettuare Jala Neti in caso di epistassi cronica
  • In caso di situazioni particolari rivolgetevi direttamente al vostro medico curante.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *